Lago di Garda
Seguendo le Tracce del Passato
Home - Sponda Bresciana - Sponda Trentina - Sponda Veronese - Dove Dormire Sei in: Arte e Storia

Arte e Storia del Garda

Arte e Storia del GardaRipercorriamo gli eventi storico artistici più importanti che hanno segnato la storia del Lago di Garda.
Luoghi e testimonianze che i turisti che trascorrono una vacanza sul Garda devono assolutamente vedere o conoscere la loro storia.

Anticamente conosciuto dai celti come Benaco, il lago prende il nome di Garda intorno all'VIII secolo dal termine tedesco Warda (luogo di guardia).

Grazie alla sua posizione strategica è sempre stato un luogo fondamentale per lo scambio di merci, la cultura e l'incontro di popoli diversi. La sua storia è molto antica ed è testimoniata dai ritrovamenti fatti nel corso degli anni e che hanno portato alla luce luoghi e oggetti risalenti al Paleolitico medio, al Paleolitico Superiore al Neolitico e all'età del bronzo.

I Romani:
Nel 225 a.C. i Romani riuscirono a sopraffare i Galli, che in quel periodo occupavano la zona del Garda. L'arrivo dei Romani che si insediarono definitivamente nel territorio tra il I e il II secolo a.C., lascia un segno indelebile su tutto il territorio, la villa romana imperiale di Sirmione, nota come Grotte di Catullo, è una delle più importanti eredità che l'impero ci ha lasciato, così come le splendide ville di Desenzano.

Il Medioevo:
Finito l'Impero Romano fu l'arrivo dei Longobardi e a seguire quello dei Franchi a lasciare importanti testimonianze concentrate soprattutto sulle sponde meridionale e orientale.
La sponda occidentale passò sotto il dominio di Brescia, mentre quella orientale sotto quello di Verona. Fu una separazione territoriale importante che ha persistito fino ai giorni nostri lasciandoci testimonianze di rilievo quali il castello di Sirmione, il Castello di Arco e altre costruzioni di difesa a Malcesine, Riva del Garda, Torri del Benaco e Lazise.
Durante il XIII secolo il lago fu conteso tra la signoria Scaligera, i Visconti e i Carraresi.

La Serenissima:
Nel XV secolo la Serenissima impose il suo dominio, dando inizio ad un periodo prospero ma anche segnato da guerre e devastazioni. Fu proprio per colpa di queste guerre che Venezia perse parte dei propri domini e nel 1516, con l'imperatore Massimiliano I, il lago ritornò in mano tedesca. I Veronesi non rimasero con le mani in mano e approfittandone di un rientro forzato di Massimiliano I in Germania riconquistarono parte dei territori perduti.

Il XIX secolo:
Sul finire del 1700 il Benaco subisce le guerre napoleoniche con l'avanzata dei francesi che conquistarono Peschiera sconfiggendo gli austriaci. Napoleone si impossessa dell'isola di Garda chiudendo il monastero oggi trasformato nella splendida Villa Borghese.
Fu durante le Pasque Veronesi che i francesi allentarono il loro predominio e con il trattato di Campoformio le sponde Nord-Orientali del lago passarono in mano austriaca mentre quelle Sud-Occidentali andarono ai francesi.
Dopo la sconfitta di Napoleone Bonaparte avvenuta nel 1815, nasce il Regno Lombardo Veneto e il lago di Garda diviene territorio austriaco.

Le Grandi Guerre:
Il periodo delle grandi guerre coinvolse tutto il lago che alla fine della prima guerra mondiale, ritornò a far parte del territorio italiano.
Tra la prima e la seconda guerra il grande poeta Gabriele D'Annunzio si stabilisce a Gardone Riviera, facendo costruire la sua casa museo nota come Vittoriale degli italiani.
Il 23 settembre 1943 Mussolini fonda la Repubblica Sociale italiana o Repubblica di Salò la cui fine viene decretata il 25 aprile 1945.

Tappe Storico Artistiche del Garda
Storia di Desenzano del Garda
Grotte di Catullo
Museo della Rocca
Parco Alto Garda Bresciano
Storia di Salò
Castello di Arco
Casa del Podestà
Musei Desenzano del Garda
Scoperto rifugio dell'X Mas
Fornaci Romane di Lonato
Ritrovamenti di Xplora a Lonato
Castello di Drugolo
Prima stazione climatica gardesana
Bondo il Lago fantasma
Rifugio comandante della XMas
Lo storico palio delle bisse
Il Paradiso di Heller
Portaerei del Garda
Lago di Garda è un sito di promozione del territorio gardesano, la riproduzione è vietata - Mappa del Sito - info@lagodigarda - Informativa Cookie
Lago di Garda Informazioni su Facebook Lago di Garda su Twitter Lago di Garda Info sul canale di You Tube